YoGo-GelateriaI piatti tipici di Termoli: alla scoperta della cucina tradizionale del borgo molisano

https://yogogelateria.it/wp-content/uploads/2021/07/i-piatti-tipici-di-Termoli-1280x720.png

Oggi vi facciamo scoprire i piatti tipici di Termoli, la pittoresca cittadina marittima della provincia di Campobasso. Vi diamo un indizio sono tutti, o quasi, a base di pesce. Ma per apprezzarli davvero bisogna conoscere tutta la storia e la tradizione del territorio molisano.

I piatti tipici di Termoli: il borgo antico

La pittoresca cittadina di pescatori si trova su un promontorio murato che si affaccia direttamente sul Mar Adriatico ed è sorvegliata dal Castello Svevo, di probabile origine normanna, ma la cui struttura difensiva venne potenziata ad opera di Federico II.

Al centro del borgo antico c’è la Cattedrale, monumento nazionale tra gli esempi più belli del romanico in Molise, che conserva le reliquie del patrono San Basso. Ma per la maggior parte, l’attrazione principale di Termoli è la sua lunga spiaggia sabbiosa e i suoi trabucchi, tradizionali capanne di pescatori che siedono su palafitte sopra l’acqua.

La città è anche sede di A Rejecelle la strada più stretta d’Italia con i suoi 34 cm di larghezza e 7 metri di lunghezza. Chiamata così dagli abitanti di Termoli fin dai tempi della dominazione francese del 1799, il termine rejecelle era un francesismo di strada. In epoca medievale, il suo scopo era difensivo.

Dal 2003, la città ha ottenuto il riconoscimento della “Bandiera Blu”, per la qualità dell’acqua del mare e la sicurezza delle spiagge.

Se state pensando di organizzare una gita a Termoli, potete approfondire qui.

I piatti tipici di Termoli: la cucina a base di pesce

Come avete avuto modi di capire, a Termoli il mare la fa da padrona. Tutto ruota intorno al mare, non solo l’economia, sia per quanto riguarda il settore turistico che per quello della pesca, ma anche la cucina.

I piatti tipici termolesi, infatti, hanno come elementi principali il pesce fresco, appena pescato, gli odori genuini del basilico, del sedano, dell’olio d’oliva locale, della cipolla, dell’aglio.

Quella termolese è una cucina che, nonostante le contaminazioni delle regioni limitrofe, rivela una sua identità ed un forte legame con la tradizione. Una cucina “povera”, genuina e a km0.

Sono tantissimi i piatti della tradizione peschereccia, eccoli nel dettaglio.

‘U vredette: il brodo di pesce

É un piatto antico e il più tipico e tradizionale della cucina termolese.

Nasce come il piatto povero dei pescatori, le cui mogli lo preparavano con la “scaffetta”, il pesce di fondale invenduto che resta sullo scafo delle paranze (piccole barche di legno usate per la pesca a strascico).

È molto amato dai termolesi e dai turisti ed è composto da pesce misto (cicale, gragnelitte (tracina), gallinella (mazzolina), scorfani, merluzzi e seppioline e altre specie ittiche a seconda dei gusti).

piatti tipici Termoli u' vredette

Viene cucinato con pomodori maturi, peperoni dolci, prezzemolo, aglio e peperoncino.

Il suo aspetto è quello di un brodo rosso e, per i marinai, rappresenta il piatto principale della giornata di lavoro a bordo dei pescherecci.

Sécce e ‘pisille: seppie e piselli

Gustosissime seppioline che vengono saltate in padella con olio extravergine di oliva, cipolla e un po’ d’acqua. A metà cottura del pesce vengono aggiunti i piselli. Un piatto semplicissimo e gustoso, preparato in qualsiasi occasione.

Piatti tipici Termoli seppie e piselli

I pulepe ‘mbregatorie: i polipi “in purgatorio”

I polpi vengono cotti in olio insieme a tanta cipolla e senza l’aggiunta del sale.
I polipi, in padella, rilasciano un delizioso sughetto in cui è impossibile non fare la scarpetta!

U pappòne: il pappone

Pietanza molto antica della tradizione termolese, è un piatto “povero” che veniva preparato con il pane raffermo bagnato nel sugo di pomodoro. Sopra, poi, veniva posizionato il pescato del giorno.

piatti tipici Termoli U pappòne

‘U scescille’

Insieme al brodetto di pesce, ‘u scescille è il piatto forte della cucina semplice e genuina di Termoli. Un tempo veniva preparato come contorno da affiancare al brodetto.

Polpette di forma ovale cotte direttamente nel sugo di pomodoro, senza friggerle.

Vengono preparate con la mollica del pane raffermo e con tanto formaggio misto, meglio se pecorino. Il tutto viene poi amalgamato con le uova e cotte successivamente con il sugo di pomodoro, cipolla, peperoni e basilico preparato in precedenza.

U-scescille

‘A ciavdelle o panzanella

Viene preparato con il pane raffermo, bagnato in acqua per farlo ammorbidire. Si condisce con i prodotti della regione, pomodori freschi, cetrioli, olio di frantoio, sale, basilico e origano o con ciò che si desidera.

‘u pesce fujjute’ il pesce fuggito

Altro piatto tipico, ormai conosciuto solo dai vecchi termolesi, è ‘u pesce fujjute’, il pesce fuggito. Il nome di questo piatto è ironico, perché, in realtà, data la povertà di chi lo realizzava, nel tegame il pesce non c’era.

La pietanza era composta da olio, acqua, pomodoro, cipolla ed un pezzetto di peperone.

I piatti tipici di Termoli: Gelateria Yo-go

Se dopo questo viaggio culinario avete voglia di dolce, non potete non visitare la gelateria Yo-Go.

Yo-Go si trova su Corso Nazionale a Termoli, a pochi metri dal castello e dal borgo dei marinai.

Nasce come yogurteria e nel tempo si amplia diventando una delle gelaterie più buone della città. La sua peculiarità è l’utilizzo di materie prime e a km0 per i suoi dolci prodotti.

Non manca la creatività, infatti, puoi gustare il gelato al caciocavallo, formaggio tipico molisano, oppure gelati gourmet a base di pesce che vengono preparati in onore dei pescatori il giorno della festa del santo patrono di Termoli, San Basso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *